prestinenza.it

Luigi Prestinenza Puglisi

Architetti d’Italia. Mario Bellini, il designer

In Italia ci sono tre modi per diventare architetti di successo. Il primo è emigrare all’estero, costruire buone opere, tornare carichi di gloria. è la strada di Renzo Piano e Massimiliano Fuksas e che oggi percorrono giovani di talento, affiancandosi anche a partner di altra nazionalità, come Fabrizio Barozzi con lo spagnolo Alberto Veiga. Il […]

di Luigi Prestinenza Puglisi

Architetti d’Italia. Mario Cucinella, il tecnologico

C’erano diverse ragioni per meravigliarsi quando nel 2014 il neo designato senatore a vita Renzo Piano individuò in Cucinella, Alvisi e Milan i tutor dei giovani progettisti che all’interno del laboratorio G124 avrebbero affrontato il tema delle periferie. Sembrava, infatti, che i rapporti tra Piano e Cucinella fossero stati, per usare un eufemismo, imbarazzati, a […]

di Luigi Prestinenza Puglisi

Architetti d’Italia. Paolo Portoghesi, l’affabulatore

è facile parlar male di Paolo Portoghesi. Manfredo Tafuri gli riservò parole di fuoco. Nella sua Storia dell’architettura italiana lo bolla per il “gusto per l’eccesso privo di tensioni“; come a dire: per una maniera di progettare pomposa e sciocca. Mentre aveva taciuto di lui – probabilmente perchè lo reputava insignificante – nella sua storia […]

di Luigi Prestinenza Puglisi

Architetti d’Italia. Vittorio Gregotti, l’anti empatico

Avrei voluto iniziare la decima puntata, dedicata a-Vittorio Gregotti, ricordando una sua intervista strappatagli dalle-Iene. Dove, alla domanda se lui avesse mai voluto vivere nel famigerato complesso Zen di Palermo, di cui era stato il principale progettista, rispose candidamente: “Che c’entra? Sono un architetto“. O qualcosa del genere, perchè sono andato a vedere nell’archivio Mediaset […]

di Luigi Prestinenza Puglisi

Architetti d’Italia. Michele De Lucchi, il poliedrico

Se provate ad affrontare l’argomento-Michele De Lucchi, saranno numerosi gli architetti che faranno fatica a considerarlo un loro collega: “un eccellente designer” vi diranno, con quella tagliente tecnica del disprezzo che consiste nel riconoscere un merito ma solo per ingigantire un’assenza. Dimenticando, che dopo-Renzo Piano-e forse più di Renzo Piano, non c’è un personaggio che […]

di Luigi Prestinenza Puglisi

free download: Breve corso di scrittura critica

Un sintetico corso di scrittura pensato per i critici, in particolare di architettura. Sono 39 brevi lezioni per evitare due errori: annoiare il lettore e rendere complesso l’inutile. La lettura di queste pagine è obbligatoria per ricercatori e docenti universitari, in genere assai poco abili nel rendere appetibile il loro pensiero ma incalliti divoratori di […]

di Luigi Prestinenza Puglisi

Architetti d’Italia. Benedetta Tagliabue, l’indipendente

Alla domanda su chi sia oggi il migliore architetto italiano, la risposta sarebbe immediata:-Renzo Piano. E anche chi volesse rispondere in modo diverso, indicando-Massimiliano Fuksas,-Guido Canali-o un altro, si sentirebbe in dovere di giustificare perchè non abbia indicato proprio Piano. E il miglior architetto donna? La risposta è più difficile. Probabilmente l’interlocutore proverebbe a fare […]

di Luigi Prestinenza Puglisi

Architetti d’Italia. Adolfo Natalini, il nostalgico

Adolfo Natalini-appare come un mistero. Da giovane inventa e promuove-Superstudio, uno dei gruppi radicali dell’avanguardia degli Anni Sessanta. Nella maturità vira improvvisamente verso il tradizionalismo, diventando il principale esponente della architettura vernacolare, tra il kitsch storicista e i giocattoloni alla Disneyland. In tempi recenti realizza opere più spigliate e, tra queste,-il Museo dell’Opera del Duomo […]

di Luigi Prestinenza Puglisi

Architetti d’Italia. Grasso Cannizzo, l’archistar della crisi

Non c’è architetto italiano che, al pari di-Maria Giuseppina Grasso Cannizzo, con cosi’ poche realizzazioni abbia ottenuto tanti riconoscimenti. Tra questi, una medaglia d’oro alla carriera dalla Triennale di Milano per celebrare poche case private, una piccola torre di controllo a Marina di Ragusa, un paio di locali commerciali, alcune installazioni. Si tratta di lavori […]

di Luigi Prestinenza Puglisi

Architetti d’Italia. Cino Zucchi, l’eclettico

Per dovere di correttezza, inizio questo pezzo su-Cino Zucchi-con un errata corrige. Nel secondo articolo della serie, dedicato a Fuksas, la pecora nera, avevo affermato che Zucchi aveva evitato di inserire-Massimiliano Fuksas-nella mostra di cui era curatore al Padiglione Italiano della Biennale di Venezia del 2014. Zucchi, che è persona attenta, prontamente mi ha scritto […]

di Luigi Prestinenza Puglisi